26-28 giugno – Le competenze trasversali in ambito educativo e formativo: dai discorsi alle pratiche

Keynote speakers

Siamo lieti di presentare le relatrici invitate e il relatore invitato che animeranno le sessioni plenarie previste in programma. Il loro sguardo esperto ci permetterà di considerare il tema delle competenze trasversali in maniera critica, costruttiva e innovativa.

Jessica McCrory Calarco

University of Wisconsin-Madison

Jessica Calarco è Professoressa associata di Sociologia presso l'Università del Wisconsin-Madison. La sua ricerca utilizza metodi qualitativi e misti per mettere in luce il potere del privilegio nelle famiglie e nelle scuole, nonché i miti che giustificano tale potere.

Calarco è stata insignita di numerosi premi per la sua carriera emergente, per l'insegnamento e per le pubblicazioni. Il suo primo libro, "Negotiating Opportunities: How the Middle Class Secures Advantages in School," ha ricevuto il Premio Pierre Bourdieu per il miglior libro in Sociologia dell'Educazione. Il suo libro più recente, "Qualitative Literacy: A Guide to Evaluating Ethnographic and Interview Research," ha vinto il Premio per la Miglior pubblicazione in ambito metodologico. Calarco è anche autrice di "A Field Guide to Grad School: Uncovering the Hidden Curriculum," e il suo quarto libro, "Holding It Together: How Women Became America's Social Safety Net," sarà pubblicato nel 2024 da Penguin Random House.

In qualità di studiosa attiva nel dibattito pubblico, Calarco non solo pubblica i suoi lavori su prestigiose riviste accademiche, tra cui l'American Sociological Review, l'Annual Review of Sociology, l'American Educational Research Journal, Educational Researcher e Social Psychology Quarterly, ma ha anche scritto per importanti media, tra cui il New York Times, il Washington Post, l'Atlantic, Inside Higher Ed, CNN e NBC News.

Christine Künzli David e Federica Valsangiacomo

Pädagogische Hochschule der Fachhochschule Nordwestschweiz

La Prof. Dr. Christine Künzli David si è formata come insegnante di scuola elementare e ha poi studiato educazione, psicologia ed ecologia generale all'Università di Berna. Dal 1997 al 2007 ha lavorato come assistente di ricerca presso l’«Interfakultären Koordinationsstelle für Allgemeine Ökologie (IKAÖ)» dell'Università di Berna. Dal 1998 al 2004 ha lavorato come docente presso diversi istituti di formazione per insegnanti. Dal 2004 al 2007 è stata co-responsabile del settore di ricerca «Educazione e sviluppo sostenibile» presso l'istituto precedente alla PH FHNW e nel 2008 ha assunto la direzione della cattedra «Bildungstheorien und interdisziplinerer Unterricht» presso la PH FHNW. In qualità di direttrice della cattedra, ha lavorato per diversi anni sul tema dell'insegnamento interdisciplinare e, insieme al suo team, ha sviluppato il concetto dell’insegnamento trasversale. La sua ricerca si concentra sull'educazione nel contesto dello sviluppo sostenibile e sull'insegnamento nel primo ciclo (Zyklus 1). Dal 2021 dirige l'Istituto «Kindergarten-/Unterstufe (IKU)» della PH FHNW, che ha individuato il tema dell’insegnamento trasversale come focus specifico dell'istituto.

Federica Valsangiacomo (M.Sc.) ha studiato Scienze dell'educazione con specializzazione in psicopedagogia ed educazione e consulenza per la prima infanzia presso l'Università di Friburgo (CH). Da oltre 10 anni insegna e fa ricerca presso la PH FHNW. Si occupa principalmente di educazione nel contesto dello sviluppo sostenibile e di inter- e transdisciplinarietà, in particolare di questioni relative all'educazione inter- e transdisciplinare e alla progettazione di processi inter- e transdisciplinari. Ha curato in prima persona lo sviluppo del concetto dell’insegnamento trasversale. Dal 2021 ha assunto la direzione ad interim della cattedra «Bildungstheorien und interdisziplinärer Unterricht» e del «BNE-LAB» (ESS-LAB) dell'istituto. Nella sua tesi di dottorato, che sta per essere terminata, analizza i processi decisionali nel contesto dello sviluppo sostenibile.

Chrysi Rapanta

Universidade Nova de Lisboa

La Dr. Chrysi Rapanta lavora come Ricercatrice senior e Professoressa a contratto invitata presso la Facoltà di Scienze Sociali e Umanistiche dell'Universidade Nova di Lisbona, Portogallo. Ha conseguito il dottorato in Comunicazione presso l'Università della Svizzera italiana, con un focus sulla progettazione e lo sviluppo dell'e-learning. Ha lavorato e vissuto in Grecia, Spagna, Svizzera, Emirati Arabi Uniti e Portogallo. La sua formazione è altamente interdisciplinare, congiungendo i campi della comunicazione, della filosofia e dell'educazione. Dal 2015, conduce ricerche presso il Laboratorio di Argomentazione, Cognizione e Linguaggio dell'Istituto di Filosofia NOVA. Una parte significativa del suo lavoro si concentra sulla formazione degli insegnanti di diversi livelli e discipline, riguardo a metodi e strumenti concreti che possono essere applicati con l'obiettivo di sviluppare le competenze di ragionamento critico degli studenti. Il suo lavoro è stato ampiamente pubblicato in prestigiose riviste scientifiche come la Review of Educational Research, Teaching and Teacher Education, British Journal of Educational Technology e Educational Psychology Review. È stata la ricercatrice principale in diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali focalizzati sull’insegnamento basato sull’argomentazione e gli aspetti dialogici, sull’educazione digitale, sulla cittadinanza attiva e l’interculturalità. Il suo nome compare nella World's Top 2% Scientists List for 2021, promossa da Scopus.

Gian Piero Quaglino

Università di Torino, IPAP

Il Prof. Gian Piero Quaglino è un eminente psicologo contemporaneo che ha lasciato un segno pionieristico nell'ambito della psicologia. Ha lavorato per oltre trent'anni come professore ordinario di Psicologia sociale, Psicologia dinamica e Psicologia della formazione presso l'Università di Torino, dove è stato anche Preside di Facoltà dal 2003 al 2008. Nel 2014, ha fondato l'Istituto di Psicologia Analitica e Psicoterapia (IPAP) all'interno della Scuola di specializzazione in psicoterapia, dirigendo la Scuola di formazione permanente che organizza seminari sulla vita adulta e lo sviluppo personale.

Quaglino è un prolifico autore di saggi, manuali e testi che uniscono letteratura e saggistica. È noto per le sue pubblicazioni sulla formazione e la leadership, tra cui "Fare Formazione" (1985; nuova edizione 2005), "Leadership" (1999), "La scuola della vita, Manifesto della Terza formazione" (2011) e Formazione. I metodi” (2014). Studioso appassionato del pensiero di C. G. Jung, ha curato raccolte di aforismi e pubblicato opere in collaborazione con altri autori nel campo junghiano. La sua dedizione all'esplorazione delle profondità della psiche umana lo ha reso una figura di rilievo nel panorama della psicologia contemporanea.